Italia in declino demografico: persi 124mila abitanti in un anno. Non accadeva dal 1861

L'Istat ha certificato una dimunuzione degli abitanti in Italia di 124mila unità

ACQUISTI

L’Italia è in declino demografico, un notevole calo che non ha precedenti dall’Unità d’Italia, quasi una città come Bologna in meno, con 124mila abitanti “persi” in un anno. La causa è da vedere nel crollo delle nascita (-4%) ed all’aumento delle emigrazioni.

Il calo della popolazione residente in Italia è un dato preoccupante, secondo quanto emerge dal rapporto democrafico emesso dall’Istat. Al 31 dicembre 2018 la popolazione aveva 124mila abitanti in meno dell’anno precedente, un calo dello 0,2%. È il quarto anno consecutivo di diminuzione, dal 2015 si sono persi 400mila abitanti.

In aumento l’emigrazione dei cittadini italiani, con un +1,9%, oltre ad un calo di nascite, un calo di decessi e meno iscrizioni dall’estero rispetto agli anni passati. Il calo delle nascite va avanti da 2008, dal 2015 si è scesi sotto il mezzo milione di nascite, mentre nel 2018 si è registrato il calo più significativo: solo 439.747 bambini nati, il minimo dal 1861. Negli anni si è ridotto anche il numero di stranieri nati in Italia, che per il 2018 si attesta a 65.444.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img