Scontro M5S-Salvini, Spadafora: “Ha sdoganato odio verso le donne”. Salvini: “Si dimetta”

Spadafora ha attaccato Salvini per le parole contro Carola Rackete

scontro spadafora salvini violenza donne

È stata annullata la presentazione del censimento nazionale dei centri anti-violenza, che doveva vedere il sottosegretario per le Pari Opportunità, Vincenzo Spadafora, insieme alla ministra leghista per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno. Polemiche dopo una frase del sottosegretario che accusava Salvini di aver sdoganato odio nel caso di Carola Rackete.

L’intenzione del governo era quella di annunciare nuovi fondi, ma anche controlli più rigorosi all’interno dei centri. Non sono ancora chiari i motivi dell’annullamento della conferenza stampa, ma dovrebbe aver influito l’irritazione di Salvini per le parole di Spadafora.

“In Italia c’è una deriva sessista, come facciamo a contrastare la violenza sulle donne, se poi gli insulti arrivano proprio dalla politica”, queste le parole di Spadafora che hanno fatto scalpore. Sotto accusa le parole di Salvini sulla capitana della Sea Watch: “sbruffoncella”, “criminale”, “pirata”.

Non è tardata ad arrivare la risposta di Salvini: “Cosa ci sta a fare al governo con me? Un pericoloso razzista maschilista?”, ha dichiarato il ministro durante la conferenza stampa al Cara di Mineo.