Tria: “Stabilizziamo il debito nell’interesse dell’Italia”

Il ministro dell'Economia ha ben chiari gli obiettivi per il 2020

tria eurogruppo debito italia moscovici

Il ministro Tria ha rilasciato alcune dichiarazioni sui prossimi obiettivi economici, con la stabilizzazione del debito che entra ufficialmente nel dibattito, anche se c’è il rischio di scontri nel governo sul tema. In queste ore si sta tenendo l’Eurogruppo, quello che avrebbe dovuto dare il via libera alla procedura di infrazione per l’Italia, poi evitata nei giorni scorsi.

“Stiamo facendo il necessario per stabilizzare il debito italiano, non solo per rispettare i parametri europei, ma nell’interesse degli italiani”, ha spiegato Giovanni Tria al suo arrivo all’Eurogruppo. Per Tria con la Grecia la Commissione europea ha sbagliato, dando inizio alla crisi dei debiti sovrani.

“Bisogna arrivare ad un aggiustamento strutturale, quanto fatto quest’anno rimarrà. Bisogna incentivare la stabilizzazione e la discesa del rapporto debito/Pil”, questi gli obiettivi del ministro Tria, che ha affermato che molto dipenderà dall’andamento dell’economia italiana nel secondo semestre.

Moscovici, arrivando all’Eurogruppo, ha parlato dell’economia italiana: “Un deficit al 3,5% nel 2020 non sarebbe accettabile. Esamineremo la bozza della manovra di bilancio nel momento opportuno, dopo il 15 ottobre, ma l’Italia ha già preso degli impegni. Comprensibile non si voglia aumentare l’Iva, ma ci devono essere misure per compensare”, ha dichiarato il Commissario per gli Affari Economici.