Pd, polemiche sullo statuto: separare segretario e candidato premier

Il PD potrebbe cambiare la norma nello statuto sul ruolo di segretario e candidato premier

Polemiche statuto pd renzi

La proposta di Maurizio Martina della riforma dello statuto sta facendo discutere all’interno del Partito Democratico. La norma vorrebbe separare il ruolo di segretario e candidato premier, cosa che non è piaciuta alla corrente renziana, da sempre favorevole al partito maggioritario.

Martina è stato incaricato da Zingaretti di studiare una riforma dello statuto, per cercare di separare il ruolo di segretario con quello di candidato premier. Molti esponenti renziani hanno criticato la proposta, come Anna Ascani: “Inizieremo a discutere del candidato premier nelle segrete stanze?” o di Roberto Giachetti, che ricorda i tempi del PCI.

Approvazione da parte di Dario Franceschini, intercettato in transatlantico ha definito la proposta “di buon senso”.

L’ultima volta che il partito aveva provato a fare una misura simile era stato con Epifani, quando c’era il timore di una vittoria di Renzi, la quale avrebbe potuto insidiare Enrico Letta. Dinamiche interne al partito che continuano a far discutere.