Von der Leyen: “Combatterò per il salario minimo europeo”

La candidata alla presidenza della Commissione sta avendo degli incontri con i parlamentari europei

von der leyen presidenza commissione

La favorita alla presidenza della Commissione UE, Ursula von der Leyen (ecco chi è), ha partecipato alla conferenza dei presidenti con il neo presidente al Parlamento Europeo, il socialdemocratico David Sassoli, in quota PD.

“La gente ha paure ed aspirazioni, l’Europa deve dare risposte: lavoro, prospettive e sicurezza. Combatterò per il salario minimo europeo”, queste le parole con cui si è presentata la Von der Leyen, candidata alla presidenza della Commissione dopo il voto al Consiglio Europeo. “Pari stipendio a parità di lavoro” ha detto rispondendo ad alcuni parlamentari dei Verdi.

Per Sassoli è stato un incontro costruttivo: “Utile ascoltare cosa pensa e conoscere il suo punto di vista”, ha detto sulla Von der Leyen. Per l’esponente PD la cooperazione tra Parlamento e Commissione sarà decisiva per la prossima legislatura, dopo che i socialdemocratici hanno ottenuto la presidenza in condivisione con i popolari (metà legislatura a testa).

Nei prossimi giorni si dovrà decidere quando votare la Von der Leyen in Parlamento. C’è il caso di José Manuel Barroso, eletto a settembre 2009 dopo aver rinviato il voto di luglio. Per passare la nomina l’ex ministra tedesca ha bisogno di 376 voti, la metà più uno dei parlamentari.