Caso Ragusa, confermata la condanna a 20 anni per Logli

La Cassazione ha confermato la condanna a 20 anni per Antonio Logli

roberta ragusa cassazione condannato antonio logli

La Cassazione ha confermato la condanna a 20 anni per Antonio Loglio, autore dell’omicidio della moglia Roberta Ragusa, con conseguente distruzione del cadavere. La moglie era scomparsa a gennaio 2012 a San Giuliano Terme, in provincia di Pisa e non è stata più trovata.

La Suprema Corte ha considerato inammissibile il ricorso dei legali di Logli, confermando la condanna della Corte di Appello di Firenze, emessa nel 2018. “Non ho fatto nulla”, ha dichiarato Logli in lacrime.

L’uomo ha atteso la sentenza in una località segreta insieme alla figlia ed alla nuova compagna Sara Calzolaio. Antonio Logli si è costituito ed ora dovrà scontare la pena. Per i parenti di Roberta Ragusa “giustizia è fatta”, notizia accolta con soddisfazione dalla madre Maria Ragusa: “Ora la smetteranno di dire che era in giro a divertirsi”, ha dichiarato ai cronisti.