Pescara, un uomo è morto per un colpo di clacson: rintracciato l’aggressore

A Pescara un uomo di 56 anni è morto dopo una lite stradale

pescara morto colpo clacson lite auto

Un uomo è morto per una lite scaturita da motivi di viabilità. È successo a Pescara, dove un uomo di 56 anni, Tiziano Paolucci, è stato attaccato da un 19enne per un colpo di clacson nel traffico. Le forze dell’ordine hanno trovato l’aggressore di 19 anni, che si trovava su un suv bianco.

La moglie aveva chiamato i soccorsi, ma all’arrivo del 118 non c’era più nulla da fare per l’uomo di 56 anni, morto sul colpo. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale.

I fatti

La vittima era in macchina insieme alla moglie ed alla figlia, lungo via della Pineta, quando ha suonato il clacson nei confronti si un suv dove si trovava un ragazzo di 19 anni, il quale stava facendo retromarcia e rischiava di colpire l’auto della vittima. Il ragazzo è sceso dal suv, come anche l’uomo di 56 anni, i due hanno avuto una discussione in strada, fino ad arrivare alla lite fisica.

I due sono stati divisi dagli altri automobilisti, ma l’uomo di 56 anni è caduto poco dopo a terra ed è morto sul colpo. Non è chiara la causa della morte, è stata riportata una ferita alla testa dovuta alla caduta, ma ci potrebbe essere stato un malore cardiaco. È stata effettuata una prima analisi medica da Maria Teresa Viscione della Asl, alla presenza della Pm Marina Tommolini.