Stadio Roma, Cassazione: “Annullato l’arresto di De Vito, torna al Riesame”

L'ordinanza di arresto per Marcello De Vito tornerà al Riesame

marcello de vito cassazione annullato arresto

La sentenza della Cassazione sull’inchiesta dello Stadio della Roma ha accolto le istanze della difesa, annullando l’ordinanza di arresto per Marcello De Vito e Camillo Mezzacapo, rinviando i fascicoli al Riesame, che si dovrà pronunciare nuovamente sulle misure cautelari.

I due erano stati arrestati il 20 marzo e finiti in carcere (da qualche giorno ai domiciliari) con l’accusa di corruzione nell’inchiesta sullo Stadio della Roma, per alcune promesse del costruttore Luca Parnasi. A deciderlo è stata la sesta sezione penale della Corte di Cassazione, che ha accolto il ricorso della difesa, annullando l’ordinanza del gip Maria Paola Tomaselli.

“Restiamo in attesa, ma per il momento è stato dimostrato che l’ordinanza di arresto abbia delle criticità”, hanno dichiarato i legali di Marcello De Vito, Angelo Di Lorenzo e Guido Cardinali.

Per quanto riguarda l’accusa legata alla riqualificazione della vecchia stazione di Trastevere, nella quale erano sotto arresto l’imprenditore Gianluca Bardelli e dell’architetto Fortunato Pititto, la Cassazione ha annullato l’ordinanza di arresto, senza rinviarla al Riesame. I due erano accusati di traffico di influenze.