Caso Procure, Riccardo Fuzio ha anticipato le dimissioni

Il procuratore generale doveva andare in pensione a novembre

fuzio procuratore generale anticipa dimissioni

Il procuratore generale della Magistratura, Riccardo Fuzio, ha anticipato le sue dimissioni, che erano previste il 20 novembre con la sua pensione, mentre invece lascerà la prossima settimana il 21 luglio. A riferirlo è lui stesso, comunicando che non sussistono più le condizioni per un corretto funzionamento della Cassazione.

La sua decisione era stata comunicata al Csm due giorni fa, oltre che al ministero della Giustizia ed ai suoi colleghi.

Fuzio è all’interno dell’inchiesta per la nomina delle Procure insieme a Palamara, con l’accusa di aver avvertito l’ex presidente dell’Anm dell’indagine a suo carico, fornendo indicazioni sui capi d’imputazione. Nella giornata di ieri era stato sospeso Luca Palamara, sia dalle funzioni, sia dallo stipendio. Il caso delle Procure non sembra ancora finito, considerando che la Procura di Roma è ancora vacante, al centro dell’inchiesta con le intercettazioni a Palamara.