Flat tax, Conte approva l’idea di Di Maio di un workshop con le parti sociali

Il premier Conte ha dato l'ok al nuovo incontro con le parti sociali

workshop parti sociali conte di maio

Qualcosa sembra muoversi per la manovra di Bilancio 2020, dopo l’incontro al Viminale tra la Lega e le parti sociali per la flat tax, cosa che non era piaciuta al premier Conte, messo in disparte in un incontro istituzionale. Ora il premier ha dato l’ok ad un workshop con le parti sociali, per la stesura della manovra.

L’idea sembra essere stato dell’altro vicepremier, Luigi Di Maio, per risolvere la mini-crisi di governo tra Salvini e Conte. In questa maniera si potrà avere un incontro a Palazzo Chigi con tutte le cariche istituzionali, per discutere della manovra 2020.

Questo tavolo dovrebbe dare la possibilità di avanzare proposte economiche, in modo da arrivare in autunno con un testo già a buon punto e che comunque avrà la misura della flat tax, come continuano a sostenere gli esponenti della Lega.

Nella proposta leghista si parla di un’aliquota al 15% per i redditi familiari fino a 55mila euro, da valutare alcune opzioni, come quella dell’eliminazioni delle detrazioni per chi vuole accedere a questa aliquota. Il finanziamento della misura dovrebbe avvenire in questo modo, senza toccare gli 80 euro di Renzi, come aveva detto anche Luigi Di Maio.