Notre-Dame, il Parlamento francese ha approvato i lavori di restauro

L'obiettivo è di ricostruire Notre-Dame entro il 2024, quando si terranno le Olimpiadi a Parigi

notre dame parlamento francese restauro

Il Parlamento francese ha approvato la legge per il restauro della cattedrale di Notre-Dame, devastata da un incendio lo scorso 15 aprile, che dovrebbe portare alla ristrutturazione ed alla ricostruzione, promessa da Macron in cinque anni.

Nelle fasi iniziali dei lavori ci sono state alcune problematiche e polemiche sui fondi, con solo 38 milioni su 850 milioni che sono arrivati per il momento. L’incendio aveva distrutto la guglia e gran parte del tetto in legno.

Il testo di legge è stato approvato con 91 voti favorevoli, 8 contrari e 33 astenuti, servirà a controllare e pianificare l’utilizzo dei fondi arrivati subito dopo l’incendio. Nella legge si ribadisce che il termine ultimo dei lavori deve essere tra cinque anni, come aveva annunciato il presidente Macron nel discorso post incendio.

Per le opposizioni l’obiettivo del 2024 è irrealistico, dettato solo dalla politica e dalle Olimpiadi del 2024, che si terranno a Parigi. Per velocizzare i lavori sono state inserite alcune deroghe sulla pianificazione urbana e dal punto di vista ambientale.