Lettera di Conte: “Parlerò con governatori, basta insulti. È riforma di tutti”

Il premier Conte ha invitato i governatori a Palazzo Chigi

ACQUISTI

Con una lettera al Corriere, il premier Conte ha voluto chiudere la polemica sulla questione dell’autonomia regionale, rimandando al mittente gli insulti arrivati dai governatori di Veneto e Lombardia, che hanno parlato di un “governo di cialtroni” nelle ultime ore.

Il presidente del Consiglio si rivolge ai cittadini di Lombardia e Veneto e rivendica il lavoro che il governo sta portando avanti sulle autonomie regionali. Il premier ha spiegato che non è una bandiera da sventolare, quella dell’autonomia, ma una riforma che farà bene all’Italia.

Conte si è detto pronto ad incontrare i governatori a Palazzo Chigi prima dell’arrivo della bozza finale in Consiglio dei Ministri. Massima apertura, dunque, da parte del premier, cercando di smorzare le polemiche.

“La questione non è solamente tra Governo e Regioni, l’ultima parola spetta al Parlamento – ha spiegato Conte – proprio per questo costruire un testo ben delineato e solido aiuterà nella discussione parlamentare e velocizzerà l’iter di approvazione”.

Definite “inaccettabili” le accuse che sono arrivate dai governatori negli ultimi giorni, invitandoli a maggior “rispetto”. Era stato il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ad andare più pesante con le dichiarazioni: “È un governo in mano a cialtroni, che per un pugno di voti fanno saltare un volano di crescita come l’autonomia”.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img