Torino, No Tav: “Conte non ha capito la situazione. Ci saranno problemi di ordine pubblico”

Gli attivisti No Tav si preparano alle manifestazioni

no tav attivisti contestazioni torino

Si prospetta un weekend di disordini in Val di Susa, dopo l’annuncio del premier Conte sul via libera alla Tav, gli attivisti hanno organizzato varie attività di protesta, con il leader Perino.

“Se vogliono dei martiri, si ricordino che i martiri sono pericolosi – ha dichiarato lo storico leader della protesta Alberto Perino – il premier dimostra di non conoscere la determinazione dei No Tav. Non sa quanto costerebbe, non lo sa nessuno, ma sa che il debito pubblico aumenterebbe”.

Per sabato si preannunciano scontri tra attivisti e forze dell’ordine, nelle vicinanze del cantiere, dove già nei giorni scorsi c’erano state contestazioni e violenze. “Se pensano di inasprire le sanzioni e la repressione fanno un grande errore”, ha concluso il leader dei No Tav. La manifestazione di sabato concluderà il tradizionale campeggio estivo dei No Tav, con le autorità che si aspettano disordini.