Brexit, Boris Johnson: “Il 31 ottobre diventeremo il più grande paese del mondo”

Il nuovo premier ha tenuto il suo primo incontro con i parlamentari alla Camera dei Comuni

boris johnson no deal brexit

Oggi ha parlato alla Camera dei Comuni il nuovo primo ministro del Regno Unito, Boris Johnson, affrontando le varie questioni sulla Brexit e confermando l’obiettivo del 31 ottobre come uscita dall’Unione Europea.

Tra le proteste delle opposizioni il neo premier avrebbe detto: “Vogliamo far diventare il Regno Unito il più grande paese al mondo. Un paese prospero, verde ed ambizioso, che può essere la prima economia europea”, ha spiegato, ironizzando sui commenti negativi dei contestatori delle opposizioni.

Per Johnson il paese è “più preparato di quanto si pensi” all’uscita, inoltre ha escluso che venga nominato un commissario europeo britannico. Il Parlamento nei giorni scorsi ha però votato un emendamento per evitare che venga “bypassato” sul voto sul No Deal.

“Prepararsi ad un’uscita No Deal”, questo un passaggio del discorso di Boris Johnson, ipotesi considerata catastrofica da molti esponenti di rilievo ed anche da ex ministri conservatori, come Philip Hammond. Johnson ha poi avvertito che senza l’attuazione della Brexit ci sarebbe una grossa perdita di fiducia nell’elettorato.