Carabiniere ucciso, il killer ha confessato: è uno dei due americani fermati

Il carabinieri sarebbe stato ucciso da un americano, per una storia di droga

ACQUISTI

Ancora non è chiarita del tutto la dinamica dell’aggressione che ha portato all’uccisione del carabiniere Mario Cerciello Rega, con diverse versioni che si sono avvicendate durante la giornata di ieri, ma alla fine uno dei due americani fermati, inizialmente per il furto della borsa, avrebbe confessato.

I fatti

Nella notte di venerdì due ragazzi americani comprano della droga da un pusher romano, ma poco dopo si accorgono che non si tratta di sostanze stupefacenti ma di aspirina tritata. A quel punto tornano nel luogo dello spaccio ed inizia una violenta discussione con il pusher, che si conclude con il furto della borsa.

Nella borsa c’erano documenti, oggetti personali ed un telefonino. Il pusher successivamente si chiama al telefono e si accorda per uno scambio: la droga in cambio della borsa. Lo scambio è organizzata a Piazza Cavour, in una zona centralissima di Roma: “So chi siete, se non mi restituite le mie cose vi ammazzo”, avrebbe detto il pusher ai ragazzi al telefono.

È qui che iniziano dei lati oscuri della vicenda, con il pusher che avrebbe chiamato il 112, denunciando il furto del borsello, omettendo la parte della droga. A quel punto i carabinieri si presentano al luogo dello scambio in borghese e ne nasce una violenta colluttazione, che finisce con le otto coltellate al vicebrigadiere.

I dubbi

Ci sono ancora molti punti di domanda, dalla ritorsione per l’aspirina alla strana chiamata di un pusher al 112, cosa che andrà chiarita nelle prossime ore sentendo il pusher. Ci sono video che ritraggono i giovani americani che tornano nell’hotel di lusso a quattro stelle.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img