Alexei Navalny potrebbe essere stato avvelenato, dicono i suoi medici

Il leader delle opposizioni, Alexei Navalny, aveva avuto una reazione allergica dopo l'arresto

navalny reazione allergica russia

Nella giornata di ieri il leader delle opposizioni in Russia, Alexei Navalny, in carcere per le manifestazioni dei giorni scorsi, ha avuto una reazione allergica acuta, che lo ha costretto al trasporto in ospedale, con gonfiori sul viso ed arrossamento della pelle.

Oggi due suoi medici parlano di avvelenamento, un’ipotesi che ancora non ha delle prove concrete. Navalny, 43 anni, è stato arrestato molte volte per la sua attività politica, l’ultima pochi giorni fa, con la condanna a 30 giorni per aver organizzato le manifestazioni a Mosca dei giorni scorsi, che hanno portato ad oltre 600 arresti.

Anastasia Vasilyeva, un medico che in passato ha curato Navalny, era presente insieme ad un altro medico, Yaroslav Ashikhmin, ma è stato negato loro un esame approfondito. Vasilyeva ha notato un rossore intorno agli occhi e del pus che usciva dall’occhio destro, aggiungendo che Navalny non ha mai avuto reazioni allergiche di questo tipo e che potrebbe essere entrato in contatto con sostanze sconosciute.

Un collaboratore di Navalny, Leonid Volkov, aveva dichiarato di aver avuto una reazione allergica simile dopo essere stato detenuto nella stessa cella, imputando l’accaduto alle scarse condizioni igieniche.