Piacenza, arrestato un parroco per violenza sessuale. Drogava le vittime

L'ex parroco aveva già ricevuto degli esposti, gestiti dalla diocesi a maggio

ACQUISTI

Don Stefano Segalini, ex parroco di San Giuseppe Operaio nella città di Piacenza, è stato arrestato per abusi sessuali. Lo scorso maggio era stato rimosso dal vescovo dal suo incarico parrocchiale, dopo alcuni esposti arrivati in diocesi.

Dagli esposti è partita l’indagine della Squadra Mobile di Piacenza, con l’ex parroco che è accusato di violenza sessuale aggravata su ragazzi, maggiorenni, e per aver procurato loro uno stato di incapacità.

Infatti le vittime sarebbero state drogate per ridurne lo stato di coscienza. Dopo la rimozione da parte del vescovo, il sacerdote era stato condotto in un centro diocesano per “cure spirituali”.

Sono state effettuate delle perquisizioni in parrocchia, con gli agenti che hanno ascoltato i ragazzi che frequentavano la struttura. La misura cautelare di arresto è stata disposta dal Gip, anche se l’indagine è ancora in corso.

Per la Procura ci sarebbero le condizioni, come il pericolo di fuga, l’inquinamento delle prove e la reiterazione del reato, per procedere con l’arresto in via cautelare. Al momento è agli arresti domiciliari, in attesa dell’interrogatorio di garanzia, dopo il quale il giudice dovrà decidere se confermare o meno la misura.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img