Quota 100, ultimissime pensioni: da oggi uscita per 6.000 dipendenti pubblici

Partono le prime pensioni nel settore pubblico dal 1 agosto

ACQUISTI

Le ultimissime news sulle pensioni e su Quota 100 vedono i primi effetti della riforma pensioni del governo Conte, con oltre 6mila dipendenti pubblici che potranno andare in pensione dal primo agosto.

Sono i primi ad aver usufruito della riforma di Quota 100, che in totale ha visto arrivare all’Inps circa 150mila domande, in leggero calo rispetto alle stime del Governo, quando varò la manovra di bilancio 2019.

Quota 100 è una delle riforme più amate dai cittadini, dopo anni di critiche alla Legge Fornero, con questa misura i cittadini possono andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi. Ci sono alcune differenze tra i dipendenti pubblici e quelli privati. Si inizierà con i dipendenti pubblici dal primo agosto, con molte richieste arrivate dalla Pubblica Amministrazione e con un iter molto lento, come fanno sapere alcuni tecnici.

Sono 51mila i dipendenti pubblici che hanno fatto richesta

In totale le domande per Quota 100 arrivate dal settore pubblico sono 51mila, ma solo il 19% potrà andare in pensione il primo agosto, perché ci sono ancora 31mila domande in giacenza all’Inps. Un iter lento, che potrebbe ritardare la pensione per alcuni cittadini.

Per quanto riguada gli statali, si tratta di pensioni “provvisorie”, come accade anche per chi non rientra nella riforma di Quota 100. Per avere quella definitiva sono necessari gli importi dei dati contributivi, che non vengono inviati in tempo reale come avviene nel settore privato. Ad agosto si stima che andranno in pensione circa 9.000 dipendenti del pubblico impiego.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 24 giugno

I dati di oggi 24 giugno sul coronavirus in Lombardia sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img