Carabiniere ucciso, padre Elder: “L’accusa produca video omicidio”

Ancora molte le ombre sul delitto al vicebrigadiere Mario Cerciello Rega

Da leggere

Inps, sito in funzione: dalle 16 accesso per cittadini

Il sito dell'Inps è tornato in funzione, anche se a ridotta velocità, dopo le polemiche della giornata...

Tirrenia ha ripristinato i traghetti verso Sardegna, Sicilia e isole Tremiti

La compagnia Tirrenia ha ripristinato le tratte verso Sardegna, Sicilia ed isole Tremiti. Raggiunto l'accordo con i...

Coronavirus, verso il milione di casi nel mondo. Oltre 200mila negli USA

Aumentano i casi di coronavirus nel mondo, arrivando vicino al milione di casi positivi dall'inizio dell'epidemia. Gli...
Redazione
Piero Mangoni - Direttore responsabile - Via Gramigna 3, 44122 – Ferrara – tel. 393 22 80 455

SEGUICI SUI SOCIAL

1,889FansLike
2,293FollowersFollow
361FollowersFollow

Ci sono ancora delle ombre sull’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, avvenuto a Roma il 26 luglio, con 11 coltellate che gli sono state inflitte da Elder Lee, un giovane americano in vacanza della Capitale. Alcuni elementi delle ricostruzione però faticano a tornare, e sono gli stessi legali degli americani che chiedono prove video dell’accaduto, che finora non sono state rivelate.

“Stiamo lavorando con gli avvocati di Finn per stabilire tutti i fatti. Speriamo che l’accusa possa produrre video dell’incidente per accertarsi dei fatti”, queste le parole rilasciate dal padre di Elder Lee.

Intanto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale la famiglia del carabiniere ucciso, affiancato dal Comandante Generale dell’Arma, Giovanni Nistri.

Varriale era armato

Questo quanto le forze dell’ordine hanno voluto presisare a mezzo stampa, dopo alcune notizie uscite nei giorni scorsi. Difatti era stato appurato, per stessa ammissione del procuratore, che Mario Cerciello Rega non aveva la pistola nel momento dell’omicidio. Rimane il dubbio se era effettiavamente in servizio oppure no, e che tipo di operazione stavano portando avanti i militari, con quattro navette impiegate per presidiare la zona nel recupero di uno zaino.

Gli Omissis dell’ordinanza

Nell’ordinanza del Gip ci sono degli omissis quando Brugiatelli ha iniziato ad elencare le cose presenti nello zaino. La questione è non è stata spiegata in conferenza stampa, con il procuratore che non ha approfondito la domanda sull’omissis.

Il ruolo di Brugiatelli rimane comunque non chiaro, come la stessa chiamata al 112 su suggerimento di militari fuori servizio. C’è il rischio forse di un’operazione non ufficiale e non autorizzata andata male, ma nelle prossime settimane si capirà di più se verranno effettivamente resi noti i video dell’incidente.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,889FansLike
2,293FollowersFollow
361FollowersFollow

Ultime notizie

Inps, sito in funzione: dalle 16 accesso per cittadini

Il sito dell'Inps è tornato in funzione, anche se a ridotta velocità, dopo le polemiche della giornata...

Tirrenia ha ripristinato i traghetti verso Sardegna, Sicilia e isole Tremiti

La compagnia Tirrenia ha ripristinato le tratte verso Sardegna, Sicilia ed isole Tremiti. Raggiunto l'accordo con i commissari della società che attualmente...

Coronavirus, verso il milione di casi nel mondo. Oltre 200mila negli USA

Aumentano i casi di coronavirus nel mondo, arrivando vicino al milione di casi positivi dall'inizio dell'epidemia. Gli Stati Uniti sono il paese...

Coronavirus, Filippine: “Sparate a chi viola la quarantena”

Una dichiarazione pubblica che sta facendo discutere, quella del presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte, che ha invitato a punire chi violerà la...

Spread Btp-Bund oggi 2 aprile: sopra i 200 punti base

Lo spread Btp-Bund ha aperto sopra i 200 punti base nella giornata di oggi 2 aprile, in rialzo rispetto ai giorni scorsi....
realizzazione siti web economici wolfseo

Altri articoli