Open Arms, salvati altri migranti: ora sono 160 a bordo

Open Arms ha soccorso altre 39 persone

ACQUISTI

La nave dell’ong spagnola Open Arms ha salvato altre 39 persone in mare ed ora sono 160 i migranti a bordo. Chiede un porto sicuro, che non è arrivato né dall’Italia né da Malta. Il governo maltese si è offerto di far sbarcare solo quest’ultime, cosa che è stata ritenuta inammissibile dall’ong.

Sono oramai dieci giorni che l’ong è nel mar Mediterraneo, alla ricerca di un porto sicuro, con l’accusa verso l’Europa di non essersi fatta carico della questione. Oggi ci sarà una conferenza stampa a Lampedusa del fondatore dell’ong, Oscar Camps, che ha già definito “inaccettabile” la richiesta maltese.

Open Arms ha risposto ad una segnalazione di Alarm Phone, che segnalava una barca in difficoltà nella zona Sar libica. L’ong ha proceduto ad un nuovo soccorso, arrivando così a 160 persone a bordo. Nella giornata di ieri era salito a bordo l’attore americano Richard Gere, portando cibo e cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica.

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha già emesso il divieto di entrata nelle acque italiane per Open Arms e ne ha emesso uno nuovo per la Ocean Viking, l’ong di SOS Mediterranee, che ieri ha soccorso 80 persone. Il ministro ha contattato il governo norvegese, paese di cui la nave batte bandiera.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 ottobre: oltre 3 mila casi positivi. Altri 24 morti

I dati di oggi 24 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img