Il Senato boccia la proposta della Lega. Salvini: “Votiamo il taglio parlamentari”

L'Aula ha bocciato le richieste della Lega

senato voto bocciata mozione lega salvini

Si è tenuto alle 18 il voto in Senato sulla calendarizzazione della mozione di sfiducia al premier Conte, che la Lega voleva domani, mentre il PD ed il M5S, insieme al gruppo misto, hanno votato insieme per tenerla il 20 agosto. Si è concretizzata la maggioranza PD-M5S che era stata anticipata nelle ultime ore, con l’apertura di Renzi degli ultimi giorni, sul Governo Istituzionale con i grillini.

Ma Salvini durante il suo intervento ha proposto di votare il taglio dei parlamentari che il M5S aveva proposto al PD, chiedendo che venisse votato dal prossimo governo, in risposta all’apertura di Renzi degli ultimi giorni. Il leader della Lega ha spiegato che si può votare il taglio dei parlamentari e poi andare al voto, con il taglio che entrerà in vigore nella prossima legislatura.

Nel pomeriggio Renzi aveva tenuto una conferenza stampa dove aveva ribadito la sua apertura al Governo Istituzionale, non chiudendo nemmeno le porte ad un Governo di legislatura.

Di Maio ha risposto tempestivamente a Salvini, aggiungendo il dimezzamento dello stipendio dei parlamentari. Il leader del M5S si rifà al Presidente della Repubblica per sondare i prossimi passi.

Voglio darvi una buona notizia, dopo le proteste dei cittadini nelle piazze e sui social la Lega ha ceduto sul taglio…

Pubblicato da Luigi Di Maio su Martedì 13 agosto 2019