Il Pil tedesco frena nel secondo trimestre: -0,1%

Frenata della Germania, con netto calo della produzione industriale

frenata pil tedesco produzione industriale

Un segnale d’allarme per l’Eurozona arriva dalla Germania, con il Pil dell’ultimo trimestre che ha subito una frenata, con un -0,1% rispetto a quello precedente. La stima del Pil per il 2019 rimane positiva allo 0,4%. Nello stesso periodo la variazione italiana è zero sia sul trimestre precedente, sia sulla stima annua.

Il dato è preoccupante per l’inversione di tendenza dell’economia tedesca, unito al dato sulla produzione industriale, che vede un crollo del 6,2% in Germania. Più ridotta la conseguenza in Italia, che perde l’1,2% nel mese di giugno, rispetto a maggio. Il calo della produzione industriale ha colpito tutta l’Eurozona, con una media del -2,6% nel mese di giugno 2019, mentre a maggio 2019 si aveva un calo più ridotto dello 0,8%.

L’unico paese che sembra procedere spedito è la Spagna, con stime di crescita superiori al 2%, con anche la Francia che segna un +0,2% sul trimestre ed una stima di crescita a fine anno dell’1,3%, in aumento rispetto al trimestre precedente quando era data all’1,2%.