Milano, fermati clonatori di carte di credito: presi centinaia di Pin in due giorni

Due ladri avevano inserito uno strumento nelle macchine di emissione biglietti per clonare le carte di credito

milano clonavano carte treni pin

Due persone, di origine rumena, avevano installato un dispositivo, chiamato “skimmer”, all’interno delle macchine per l’emissione dei biglietti. La mattina di Ferragosto hanno rimosso il congegno, vestiti come dei turisti, ma sono stati fermati dalla Polfer. Lo skimmer era stata installato due giorni prima ed aveva registrato centinaia di Pin dei viaggiatori ignari.

Lo strumento contiene una microtelecamera ed una scheda magnetica, che permettono la registrazione dei pin su una scheda di memoria. La scheda magnetica era inserita nella fessura dove vengono inserire le carte e grazie alla combinazione dei due strumenti tutti i dati venivano registrati. I due ladri erano tornati per recuperare quanto registrato nei giorni precedenti, ma sono stati fermati tempestivamente dalla Polfer.

Gli agenti della Polfer sono rimasti appostati nella zona delle biglietterie ed hanno visto arrivare i due ladri, di 39 e 41 anni, entrambi con precedenti. Gli agenti hanno trovato anche una ricevuta bancomat da 6.000 sterline, oltre le due schede magnetiche utilizzate per la clonazione.