Di Maio: “Gli altri devono convergere sul taglio dei parlamentari”

Di Maio ha chiesto il taglio dei parlamentari come punto fondamentale

ACQUISTI

Dopo il discorso fatto alla fine dell’incontro con Sergio Mattarella, il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha ribadito che il taglio dei parlamentari è una misura fondamentale e non negoziabile. Nella giornata di oggi erano usciti tre punti del PD posti a Mattarella, nei quali c’era il “no” al taglio dei parlamentari.

Il capo politico del M5S ha riferito che sono “gli altri a dover convergere” sui loro punti, essendo il Movimento 5 Stelle la prima forza parlamentare. In questo scenario è il PD che dovrà convergere con il taglio dei parlamentari, anche se nel pomeriggio alcuni esponenti del partito avevano parzialmente smentito i tre punti usciti sul taglio dei parlamentari.

Una fonte vicina a Zingaretti e Gentiloni ha riferito che si chiede al M5S di chiarire la sua posizione sulla politica dei “due forni”, siccome i dieci punti presentati da Di Maio alle consultazioni sarebbero convegenti anche con la Lega, considerando che Salvini ha tenuto la porta aperta.

Alle 20 parlerà il presidente della Repubblica, come annunciato pochi minuti fa, dove si capiranno le posizioni attuali ed i prossimi passi da effettuare.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, recuperate 13 sequenze del virus di dicembre 2019

Un ricercatore ha trovato delle sequenze del coronavirus di dicembre 2019 mai inviate alla comunità scientifica, su un archivio...
spot_img