Usa, Illinois: primo caso di vittima di sigaretta elettronica

Una morte in Illinois per l'utilizzo di sigaretta elettronica

Da leggere

Migranti, una nuova fuga a Porto Empedocle: 50 persone fuori dal centro di accoglienza

Sono 50 i migranti fuggiti dalla tensostruttura della Protezione Civile a Porto Empedocle, dopo aver scavalcato la...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 3 agosto: calano nuovi casi, ma meno di 25 mila tamponi

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 3 agosto sono forniti dalla Protezione Civile via web....

Roma, la Raggi ferma il progetto di un museo sul fascismo

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha fermato la proposta di alcuni consiglieri del Movimento 5 Stelle...

Acquisti

Miglior condizionatore portatile 2020, Air Breeze è veramente il più economico?

Con l'arrivo della stagione estiva, è aumentato anche l'interesse sui vari condizionatori in commercio, specialmente con il...

Bonus Climatizzatori 2020, ecco i migliori modelli da acquistare con la detrazione

Con il decreto Rilancio è stato aumentato il bonus per l'acquisto di un climatizzatore, compresi quelli con...

Libri Scolastici 2020/2021 scontati e in offerta su Amazon: come ordinarli

Nella giornata di oggi la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, ha emesso l'ordinanza ufficiale che conferma la partenza...

Un primo caso di morte a causa di utilizzo di sigaretta elettronica, è avvenuto in Illinois, negli Stati Uniti, come comunicato dal centro per il controllo e le prevenzioni di malattie, che ha individuato ulteriori 200 casi simili. Un paziente è morto dopo aver sviluppato una malattia respiratoria grave.

Il direttore del centro controllo e prevenzione (CDC), Robert Redfield, ha spiegato i rischi dell’utilizzo della sigaretta elettronica: “Questa morte in Illinois conferma i seri rischi legati all’utilizzo delle sigarette elettroniche. Siamo rattristati della sua morte legata ad una grave malattia polmonare”.

Non sono state rese note le generalità del paziente, ma si sa che è un uomo tra i 17 ed i 38 anni. In questo stato americano nell’ultimo periodo sono aumentati i pazienti che mostrano gli stessi sintomi: tosse, respiro corto, vomito e diarrea. Alcuni pazienti avrebbero usato dei liquidi contenenti Thc per “svapare”, il quale è uno dei principali principi attivi della cannabis.

Da qui emerge la possibilità che le vittime siano correlate al Thc e non alla nicotina, che solitamente viene inserita nei dispositivi per “svapare”. Le 200 persone che sono state registrate come “misteriosa malattia polmonare” saranno esaminate dal CDC, per cercare di capirne di più.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,550FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Migranti, una nuova fuga a Porto Empedocle: 50 persone fuori dal centro di accoglienza

Sono 50 i migranti fuggiti dalla tensostruttura della Protezione Civile a Porto Empedocle, dopo aver scavalcato la...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 3 agosto: calano nuovi casi, ma meno di 25 mila tamponi

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 3 agosto sono forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è stato...

Roma, la Raggi ferma il progetto di un museo sul fascismo

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha fermato la proposta di alcuni consiglieri del Movimento 5 Stelle sulla possibilità di creare un...

Salvini fa dietrofront sulle mascherine: “Sì nei luoghi chiusi”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, questa mattina ha rilasciato un'intervista a SkyTG24, dove è tornato sulla questione legata alle mascherine. Nei...

Altri articoli