Usa, Illinois: primo caso di vittima di sigaretta elettronica

Una morte in Illinois per l'utilizzo di sigaretta elettronica

usa illinois morte sigaretta elettronica

Un primo caso di morte a causa di utilizzo di sigaretta elettronica, è avvenuto in Illinois, negli Stati Uniti, come comunicato dal centro per il controllo e le prevenzioni di malattie, che ha individuato ulteriori 200 casi simili. Un paziente è morto dopo aver sviluppato una malattia respiratoria grave.

Il direttore del centro controllo e prevenzione (CDC), Robert Redfield, ha spiegato i rischi dell’utilizzo della sigaretta elettronica: “Questa morte in Illinois conferma i seri rischi legati all’utilizzo delle sigarette elettroniche. Siamo rattristati della sua morte legata ad una grave malattia polmonare”.

Non sono state rese note le generalità del paziente, ma si sa che è un uomo tra i 17 ed i 38 anni. In questo stato americano nell’ultimo periodo sono aumentati i pazienti che mostrano gli stessi sintomi: tosse, respiro corto, vomito e diarrea. Alcuni pazienti avrebbero usato dei liquidi contenenti Thc per “svapare”, il quale è uno dei principali principi attivi della cannabis.

Da qui emerge la possibilità che le vittime siano correlate al Thc e non alla nicotina, che solitamente viene inserita nei dispositivi per “svapare”. Le 200 persone che sono state registrate come “misteriosa malattia polmonare” saranno esaminate dal CDC, per cercare di capirne di più.