G7, Johnson: “Revoca del backstop o Brexit senza accordo”

Il primo ministro del Regno Unito vuole togliere il backstop dall'accordo Brexit

brexit boris johnson g7 tusk

Il G7 di Barritz, in Francia, è stata occasione per parlare nuovamente di Brexit, dopo gli incontri dei giorni scorsi di Boris Johnson con Macron e Merkel, con lo scalpore per il piede sul tavolo del presidente francese che ha fatto il giro del mondo.

Per il premier britannico l’obiettivo è la revoca del backstop sul confine irlandese, in caso contrario “sarà Brexit senza accordo”, ha detto agli altri primi ministri.

“Se Tusk non vuole diventare ‘Mr. No Deal’ deve fare in modo che il backstop venga tolto”, queste le parole di Boris Johnson, che però non ha considerato gli effetti sul confine irlandese, in guerra civile fino a pochi decenni fa e che rischierebbe di riprendere il conflitto con un confine fisico.

Fermare i roghi in Amazzonia

Sugli incendi in Brasile ci sono state dichiarazioni condivise, sia da parte di Macron, che ha posto l’attenzione anche sull’inquinamento che arriva dal settore tessile e dalla Merkel, che ha invitato il G7 a lanciare un messaggio chiaro, per risolvere la questione degli incendi in Amazzonia. Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk ha ribadito che se il Brasile non prenderà provvedimenti si metterà a rischio l’accordo di libero scambio tra Ue e lo stato sudamericano.