Crisi di governo, continuano le trattative su Conte. Oggi i calendari delle consultazioni

Oggi la definizione dei calendari per gli incontri alle consultazioni

crisi governo mattarella consultazioni pd m5s

Dopo la conferenza stampa del segretario Zingaretti, che ha invitato al dialogo tra le due forze e chiesto che non vengano diffuse “anticipazioni” sui social, è intervenuto Di Maio, che ha confermato il veto su Conte e sui dieci punti da attuare. Il PD ha chiesto discontinuità sui temi, ma anche sulla persone, per evitare un “rimpastone”, come lo ha definito Nicola Zingaretti.

Per quanto riguarda i ministri, era circolata la notizia di uno scambio tra il nome di Conte ed alcuni ministeri chiave, che sarebbero andati al PD. Dal M5S hanno ribadito che è il PD a “far perdere tempo al Paese”.

Oggi il Quirinale comunicherà i calendari

Oggi le due forze politiche dovranno comunicare al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, gli sviluppi della trattativa, così che si possa decidere come organizzare le consultazioni. Se la trattativa tra PD e M5S fosse in via di conclusione il capo dello Stato potrebbe convocare solamente questi due partiti per gli incontri. È difficile che PD e M5S si presentino già con il nome del premier, ma potrebbero mostrare convergenza sui programmi, il che potrebbe bastare al presidente della Repubblica per dare l’incarico.