Ue, Lagarde favorevole ad un cambio delle regole sul bilancio

Christine Lagarde ha aperto a misure che andranno a combattere la recessione

ACQUISTI

La prossima governatrice della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, nominata per il dopo Mario Draghi, ha rilasciato un’intervista al Financial Times, parlando delle regole di bilancio dell’Unione ed aprendo a possibili riforme. Si è dichiarata favorevole ad una riforma dei paletti sui bilanci nazionali, oltre alla creazione di uno strumento per aiutare gli Stati nei momenti di difficoltà.

Revisione del pareggio di bilancio e misure anti-recessione

Uno dei punti fondamentali da modificare sarà la regola del pareggio di bilancio, che sarà cambiata per favorire gli investimenti nei momenti di recessione. Il meccanismo prevederà una creazione di una sorta di “cuscinetto” economico quando gli Stati attraverseranno dei periodi positivi, che potrà essere usato nei momenti di recessione, come accaduto dal 2008.

Favorevole alla politica della BCE di Draghi

Christine Lagarde si è detta favorevole alle misure prese dalla BCE in questi anni per salvaguardare la moneta, segno che non ha intenzione di fermare il programma di Draghi per l’acquisto di titoli, che ripartirà a settembre, dopo una fase di stagnazione che ha colpito tutta Europa, anche a causa della crisi commerciale tra Usa e Cina e relativi dazi.

“La politica monetaria deve rimanere accomodante nel prossimo futuro”, ha detto la Lagarde, sostenendo che le misure degli ultimi anni hanno combattuto la deflazione ed hanno aiutato occupazione e crescita, anche se l’inflazione è rimasta sotto il target della BCE, al 2%.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img