Hong Kong, la governatrice Carrie Lam: “Mi dimetterei se potessi”

La governatrice di Hong Kong avrebbe manifestato il suo limitato spazio d'azione in un audio trafugato

ACQUISTI

Clamorose dichiarazioni della governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, che in un audio recuperato dall’agenzia Reuters ha manifestato la sua impotenza di fronte alla protesta dei cittadini. Le dichiarazioni sarebbero state fatte durante una riunione con uomini d’affari ad Hong Kong. Un audio di 24 minuti nel quale fa presente gli errori fatti e l’impossibilità nel risolvere la situazione.

“Se avessi scelta la prima cosa sarebbe lasciare”, avrebbe detto Carrie Lam, che però ha prontamente smentito di aver presentato delle dimissioni. Nell’audio spiega di avere uno spazio politico di manovra molto ridotto, ma al tempo stesso toglie dal tavolo la possibilità di un’entrata ad Hong Kong delle truppe di Pechino.

“Per me è difficile uscire di casa ora, non vado dal parrucchiere perché verrebbe postato online dove mi trovo, generando caos nelle strade”, queste le parole di Carrie Lam, che è apparsa come una persona nelle mani di Pechino, nonostante abbia cercato di cambiare il tiro dopo l’uscita dell’audio.

Le parole pronunciate dalla Lam sono negative perché mettono in risalto l’impotenza giuridica di Hong Kong, che è anche una delle cause della protesta. Secondo quanto riportato dalla governatrice, lo stallo e le proteste non verranno risolti in tempi brevi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Black Friday, super sconto per abbonamento 12 mesi del PlayStation Plus

In super sconto l'abbonamento del PlayStation Plus per la settimana del Black Friday, con un prezzo fissato a 39,99...
spot_img