Moody’s ha confermato il rating BAA3 per l’Italia. Tagliata la stima del PIL

L'agenzia di rating Moody's ha tagliato le stime del Pil

moodys pil italia stima

L’agenzia di rating Moody’s ha tagliato la stima per il Pil del 2019, passando al +0,2% dal precedente +0,4%. Nel giorno in cui si vota la fiducia al Senato, l’agenzia di rating conferma il rating BAA3 per l’economia italiana, facendo rimanere l’Italia come fanalino di coda tra i paesi dell’Eurozona, ma senza finire nei “titoli spazzatura”.

“Il presidente della Repubblica ha avuto un ruolo fondamentale per dare stabilità all’esecutivo ed al Paese. Con la formazione del Governo PD-M5S dovrebbe arrivare un periodo di equilibrio nella politica italiana, con possibilità di leggera crescita, anche nella domanda interna. Restano incerte le prospettiva di crescita globale”, queste le parole di Moody’s sull’economia dell’Italia.

Con il nuovo Governo già insediato, secondo l’agenzia non ci dovrebbero essere problemi per la presentazione della manovra per il prossimo anno. “Il prossimo governo dovrebbe essere meno euroscettico e meno conflittuale con la Commissione europea”, hanno dichiarato dall’agenzia di rating. Il giudizio arriva nel giorno della nomina di Paolo Gentiloni agli Affari Economici in Europa.