Migranti, Conte a Bruxelles: “Multe per chi non partecipa alla ripartizione”

Conte ha proposto una penalità per quei paesi che non accolgono

conte migranti riforma dublino

Oggi il premier Conte sta tenendo degli incontri istituzionali a Bruxelles, come anticipato nella mattinata, durante le quali si è parlato della questione migranti. Il Presidente del Consiglio ha proposto delle penalità per quei paesi che non partecipano alla redistribuzione dei migranti che arrivano, un modo per cercare di incentivare la massima partecipazione degli Stati membri.

“In Italia non siamo soddisfatti del sistema rimpatri, dovremo fare di più – ha detto Conte – dobbiamo fare di più con l’aiuto dell’Europa, che dovranno essere gestiti a livello europeo, integrando gli accordi che ogni paese, come l’Italia, può portare avanti”, queste le parole del premier italiano.

Dalla Francia arriva una sponda sul regolamento di Dublino: “La Francia convidide la politica italiana sul superamento di Dublino, per avere una politica europea di asilo. Per fare questo servirà rafforzare Frontex”, ha dichiarato Sibeth Ndiaye, portavoce del governo francese.

Sui temi economici il premier Conte ha spiegato che l’obiettivo è la riduzione del debito attraverso la crescita: “Lo vogliamo fare con investimenti produttivi ed una crescita ragionata”.