Avellino, forte esplosione in fabbrica di batterie. Dichiarato lo stato di emergenza

Forte esplosione in un'azienda di Avellino che produce plastiche per batterie d'auto

avellino esplosione azienda batterie

Una violenta esplosione ha innescato un incendio in una fabbrica di batterie per auto che opera nella zona industriale di Avellino. Si è generata una densa ed alta nube di fumo, visibile a distanza di chilometri. I Vigili del fuoco sono al lavoro per ridurre l’incendio, ma intanto il prefetto, vista l’entità dell’esplosione, ha dichiarato lo stato d’emergenza.

Non è ancora noto se ci sono delle vittime all’interno della fabbrica. Molte le segnalazioni dei cittadini residenti nella zona, che hanno pubblicato video della nube di fumo che ha ricoperto la zona.

Il prefetto di Avellino, Maria Tirone, ha dichiarato lo stato di emergenza in relazione all’incendio che si è esteso al piazzale della IGS, l’azienda di Pianodardine che produce contenitori in plastica per le batterie d’auto. Sempre il prefetto ha convocato il Centro Coordinamento Soccorsi per valutare il possibile inquinamento della zona per la combustione delle plastiche.

Le aziende che operano nella zona sono state evacuate, mentre sul posto sono in arrivo altri mezzi dei Vigili del fuoco, con i carabinieri che hanno già isolato la zona. I sindaci dei comuni adiacenti hanno invitato la popolazione a rimanere in casa e chiudere le finestre.