Ponte Morandi, arresti all’interno di Autostrade per aver “ammorbidito” rapporti

Nove misure cautelari a carico di Autostrade e Spea

autostrade atlantia indagine

La Guardia di Finanza di Genova ha effettuato arresti ed interdittive nei confronti di nove persone, che fanno parte di Autostrade, Spea e di due società terze ad Atlantia. La controllata Spea si occupa della manutenzione e dei controlli dei viadotti di Autostrade, che sono al centro dell’indagine.

Le indagini sono coordinate dal colonnello Ivan Bixio, insieme al tenente colonnello Giampaolo Lo Turco.

Rapporti “ammorbiditi” dopo la tragedia del Ponte Morandi

Secondo la Guardia di Finanza alcuni rapporti sullo “stato di salute” di alcuni viadotti di Autostrade sarebbero stati “ammorbiditi” e resi più “sostenibili”. L’operazione rientra in un’indagine parallela a quella del crollo del Ponte Morandi, partita dopo la tragedia dello scorso anno, per verificare l’operato di Autostrade e delle sue controllate.

Per il Pm Walter Cotugno dopo il crollo del Ponte Morandi Autostrade e Spea hanno continuato ad “ammorbidire” i rapporti ed i risultati delle misurazioni su alcuni viadotti.