Razzismo a Milano: “Sono razzista, voto Salvini, non affitto ai meridionali”

Caso di razzismo in provincia di Milano

razzismo milano casa meridionali audio

Un grave caso di razzismo in provincia di Milano, riportato da una ragazza di Foggia che cercava un appartamento nella città milanese ed ha registrato alcuni audio della proprietaria di casa. È accaduto a Malvaglio, una frazione di Robecchetto, in provincia di Milano, dove una ragazza pugliese stava per firmare il contratto di locazione quando le trattative sono state interrotte dalla proprietaria.

La ragazza di 27 anni è Deborah Prencipe, con un post su Facebook, dove ha raccontato che stava cercando casa nella città dove vive la sua fidanzata Laura. Una volta trovato l’appartamento è iniziata la stesura dei documenti per l’entrata da ottobre. Ma a due settimane dall’entrata in casa la situazione si complica: “La ragazza mi contatta chiedendomi di slittare di un mese, trovando scuse poco credibili. Poi ricevo un altro messaggio in cui mi dice che non affitta più la casa perché intende venderla”, questo il racconto di Deborah Prencipe.

Dopo uno scambio di battute con la ragazza, si inserisce nel discorso la madre, con cui aveva inizialmente concordato l’affitto: “La signora ritiene che nella sua casa i meridionali non devono entrare ed io sono nata a Foggia”, ha affermato la ragazza, pubblicando gli audio in cui emerge il caso di razzismo della signora.

“Io sono una razzista al 100 per cento. Per me i meridionali, neri e rom sono lo stesso. Non è svizzera è meridionale e c’è scritto nella carta d’identità”, queste le parole che si sentono nell’audio e che hanno scaturito le polemiche.