Di Maio: “Avanti con la revoca della concessione ai Benetton”

Di Maio ha spiegato perché bisogna revocare la concessione ad Atlantia

di maio autostrade atlantia revoca concessioni

Il leader del Movimento 5 Stelle è tornato sulla questione di Autostrade, dopo l’inchiesta e gli arresti effettuati ieri per dei rapporti non veritieri, che hanno rimesso in discussione l’azienda sia a livello mediatico, sia per il suo rapporto con il Governo Conte, che ora sembra più complesso.

Le nuove accuse hanno dato spazio a Di Maio per ribadire la posizione del M5S, che chiede la revoca delle concessioni di Autostrade. Il PD non ha preso una posizione contraria in questo caso, viste le informazioni uscite nelle ultime ore è presumibile che nel Governo si apra una discussione sull’effettiva revoca delle concessioni. Intanto il titolo di Atlantia è crollato in Borsa dopo gli arresti di oltre il 7%.

“Avanti con la procedura per la revoca delle concessioni ai Benetton, ovvero quell’azienda che non ha fatto manutenzione sul Ponte Morandi”, queste le parole di Di Maio, intervenuto durante l’evento alla Scuola Open di Rousseau.

“Ieri abbiamo visto delle indagini nelle quali si mostrava l’omissione delle carenze del ponte, delle infrastrutture”, queste le parole del ministro degli Esteri su Atlantia. “È assurdo che si dica che quella gente può continuare a gestire i nostri ponti. Mi fa piacere che per il PD non sia più un tabù, questo permette al Governo di essere più forte di prima”.

Di Maio ha spiegato che in Italia non ci sono solo i Benetton che possono gestire le Autostrade, aprendo ad una soluzione privata, lasciando intendere che il PD potrebbe essere d’accordo a revocare la concessione.