Legge elettorale, Salvini: “Referendum per cancellare proporzionale dal Rosatellum”

Salvini ha proposto di indire un referendum abrogativo della parte proporzionale della legge elettorale Rosatellum

legge elettorale salvini referendum proporzionale

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha lanciato una proposta ai governatori del centrodestra, per modificare l’attuale legge elettorale “Rosatellum“, togliendo la parte proporzionale. “Se 5 Regioni a maggioranza assoluta chiedono un referendum, la proposta non viene votata su Rousseau, ma dai cittadini”, queste le parole di Salvini, che punta ad un sistema totalmente maggioritario per la legge elettorale.

Salvini ha comunicato questa sua idea agli amministratori locali della Lega e del centrodestra. L’obiettivo sarebbe indire un referendum abrogativo sulla parte proporzionale dell’attuale legge elettorale. Secondo la Costituzione, per indire un referendum abrogativo servono 500mila firme oppure la richiesta di 5 consigli regionali.

Salvini: “Questo governo vuole il ritorno al proporzionale”

Per il leader del Carroccio l’obiettivo del Governo Conte è quello di ritornare al proporzionale, che sfavorirebbe il centrodestra, ma in particolare Salvini: “Una delle prime riunioni di Governo non l’hanno fatta sull’energia, ma sulla legge elettorale, per poter continuare l’inciucio”.

La proposta è chiara: una legge maggioritaria con 630 collegi come è attualmente in vigore nel Regno Unito: “In questo modo la gente conosce nomi e cognomi. Voglio fermare l’inciucio che si sta facendo a Roma, per poter tornare al voto a primavera”, ha detto il leader leghista.

Da Fratelli d’Italia arriva l’approvazione per questa proposta, con la posizione ufficiale di Giorgia Meloni che è sulla linea del “presidenzialismo e maggioritario”. Più dubbi da Forza Italia, con Maria Stella Gelmini che ha commentato la proposta: “Non si può chiedere a Forza Italia di sostenere una legge maggioritaria e poi continuare a dire, come ha fatto la Meloni in questi giorni, che la coalizione sovranista è autosufficiente”.

L’autore della riforma, Ettore Rosato, ha risposto a Salvini che una riforma proporzionale è già nel programma PD e M5S, all’interno di una riforma costituzionale: “Ci confronteremo con serenità”.