Ezio Bosso: “Non posso più suonare, ho un problema a due dita”

Ezio Bosso si è raccontato alla Fiera del Levante a Bari

ezio bosso malattia musica dita

Il noto pianista e direttore d’orchestra Ezio Bosso ha dichiarato che non potrà più suonare per un problema a due dita. La notizia è stata data durante la Fiera del Levante a Bari, dove è stato accolto dal governatore della Regione, Michele Emiliano. Bosso ha dichiarato che continuerà a fare il direttore di orchestra, ma per il pianoforte è più difficile un suo ritorno.

“Non chiedetemi più di suonare al pianoforte. Non sapete la sofferenza che mi provoca, ho due dita che non rispondono bene e non posso dare abbastanza alla musica”, ha spiegato Ezio Bosso.

Il musicista, che due giorni fa ha compiuto 48 anni, ha ricevuto nel 2011 la diagnosi di una malattia degenerativa, che lo ha costretto a fermarsi al pianoforte. “Non si diventa artisti solo con il talento, serve anche la disciplina”, queste le parole di Bosso, che ha definito la musica come un “focolare” e “linguaggio universale”.

Durante il suo intervento ha chiesto un applauso per l’articolo 9 della Costituzione: “È una figata perché mette insieme musica, arte e paesaggio. Dobbiamo prendercene cura. La disabilità è negli occhi di chi guarda, perché il talento rimane tale in qualunque forma”.