Sondaggi elettorali oggi 15 settembre: stabili Lega e PD, sale il M5S

Gli ultimi sondaggi elettorali di oggi vedono una crescita del Movimento 5 Stelle

sondaggi elettorali oggi 15 settembre m5s

Secondo gli ultimi sondaggi elettorali realizzati da Termometro Politico, nella prima settimana di settembre si è rilevata una crescita del Movimento 5 Stelle, mentre i primi due partiti per numero di consensi sono rimasti sostanzialmente stabili.

Da inizio agosto c’è stato un costante spostamento dei consensi elettorali, con elettori leghisti che hanno lasciato per andare, o tornare, nel Movimento 5 Stelle o in altri partiti di centrodestra come Fratelli d’Italia. Anche il PD ha migliorato i suoi consensi, anche se rispetto agli altri due, M5S e Lega, è rimasto sostanzialmente stabile nella fascia di consensi tra 22% e 24%.

Lega al 35%, il M5S a quota 20%

Se la Lega può ritenersi soddisfatta per la fine del trend negativo che l’aveva colpita ad agosto, il Movimento 5 Stelle ha sfruttato la nascita del nuovo Governo per guadagnare consensi, spostandosi dalla quota del 17% dove era arrivato alle elezioni europee.

Sondaggi elettorali 15 settembre Termometro Politico

 15 SETT23 AGODIFF
Lega34,936,6-1,7
PD2324,1-1,1
M5S19,817,8+2
FI5,15,8-0,7
FDI7,97,0+0,9
LS1,71,8-0,1
+Eu1,22,1-0,9
Europa Verde1,71,3+0,4
Cambiamo!0,6--
Siamo Europei1,8--
Altri22=

La Lega perde qualcosa dall’ultima settimana di agosto, ma a guadagnare di più è il M5S, con due punti percentuali dal 17,8% al 19,8%. Leggero calo del PD, che passa dal 24,1% al 23%, perdendo quanto guadagnato nel mese di agosto dopo la crisi di governo.

Prima rilevazione per i partiti di Carlo Calenda, Siamo Europei, e Giovanni Toti, Cambiamo!, che si posizionano rispettivamente all’1,8% ed allo 0,6%. Sale Fratelli d’Italia, quasi all’8%, mentre continua il calo per Forza Italia, che ora deve subire l’attacco politico anche del suo ex esponente Toti.

Conte il traino del M5S

Rimane il premier Conte il fattore di traino del Movimento 5 Stelle, dato dai sondaggi elettorali ai suoi massimi di gradimento, vicino al Presidente della Repubblica e staccato dal leader della Lega, Matteo Salvini.

La vicinanza di Giuseppe Conte con il M5S aiuta nei consensi guadagnati nell’ultima rilevazione, soprattutto per la riconferma del premier rispetto al Governo giallo-verde, con un ruolo istituzionale importante a livello europeo, non ultimo l’endorsement di Donald Trump nei giorni della nomina.