Assicurazione Auto, prezzi ai minimi dal 2012: 405 euro

Come rilevato dal Bollettino Ivass si sono toccati i minimi sui prezzi delle assicurazioni auto dal 2012

assicurazione auto prezzi minimi 2012

I prezzi delle assicurazioni auto, online e non, sono calati notevolmente nell’ultimo anno, da quando sono stati predisposti istituti di statistica che potessero tracciare il premio auto da corrispondere in tutta Italia. Secondo quanto riportato dal Bollettino Ivass, che si occupa dei prezzi delle assicurazioni auto, nel secondo trimetre del 2019 ci sarebbe un notevole calo, soprattutto nelle città del centro-sud.

Il prezzo medio delle assicurazioni auto in Italia è oggi di 405 euro, il più basso dal 2012. Le riduzioni maggiori si sono avute nelle città meridionali e nelle isole: ad Enna, Caltanissetta e Catanzaro ci sono state riduzioni di oltre il 4,5%. A Roma c’è stata una diminuzione del 4%.

Consigli per ottenere un prezzo basso dalle assicurazioni online

Non è impossibile vedere abbassato il prezzo del proprio premio dell’assicurazione auto, negli ultimi mesi c’è stato un boom delle scatole nere, quei dispositivi che rimangono collegati in GPS e che permettono una risoluzione del CID, in caso di incidente, più immediata. Sono strumenti utili per le società di assicurazioni e per questo se la ricerca viene effettuata con la presenza di questo strumento, il prezzo del premio si abbassa, qualunque sia la città.

Nel secondo trimestre c’è stato un rialzo delle richieste di scatole nere al sud Italia, con picchi del 40% rispetto al periodo precedente nelle città di Napoli, Reggio Calabria e Crotone. L’aumento più alto di diffusione delle scatole nere si è avuto a Caserta, con +63%. Su base annua c’è stato un aumento nazionale dell’1,4% di utilizzo delle scatole nere.

Impostare la ricerca con scatola nera

Quando ci si collega ad un sito di confronto premi assicurativi, c’è spesso la possibilità di filtrare i risultati per la presenza di uno sconto con la scatola nera. In questo modo si riuscirà ad avere uno sconto sul prezzo già ottenuto per i parametri impostati.

Guidatore e proprietario: qui la differenza di prezzo

Avere un proprietario differente dal guidatore abituale è solitamente penalizzante per chi fa l’assicurazione auto, specialmente se il guidatore è un giovane. In questo caso tutte le assicurazioni RcAuto costringono a specificare i dati per il guidatore aggiuntivo, che va a deteriorare il prezzo del premio assicurativo.

Se il guidatore ha meno di 26 anni, in alcuni casi ci potrebbe essere un aumento anche di oltre 500 euro, ma sono parametri che variano da città a città.