Elezioni Tunisia, exit poll: si va verso ballottaggio tra Said e Karoui

I primi exit poll in Tunisia fanno ipotizzare una seconda chiamata alle urne per il ballottaggio

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 27 maggio: raddoppiano contagi e morti rispetto a ieri

Nella giornata di oggi i dati sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Trump allo scontro su Twitter per le norme anti-fake news

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è andato allo scontro con Twitter, il popolare social network...

Coronavirus, caso positivo nello staff del Bologna: quarantena

La squadra del Bologna dovrà andare in quarantena a causa di un caso sospetto da Covid-19 che...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Ieri si sono tenute le elezioni presidenziali in Tunisia, dopo la morte del presidente Essebsi, avvenuta lo scorso luglio, con gli elettori chiamati a decidere il nuovo presidente tra oltre 20 candidati. I primi exit poll hanno dato in vantaggio il candidato Kais Said con il 19,5% dei consensi, mentre in seconda posizione ci sarebbe Nabil Karoui col 15,5% dei consensi. I due andrebbero così al ballottaggio, con la data ancora da decidere.

Nabil Karoui ancora in carcere

Uno dei due candidati che ha ricevuto più voti e che si avvia verso il ballottaggio, Nabil Karoui, è in carcere dal 23 agosto, con accuse di riciclaggio ed evasione fiscale. Ha comunque un buon consenso tra la popolazione, che gli ha consentito di arrivare davanti al candidato del partito islamico, Abdelfattah Mourou, che ha ottenuto l’11% dei consensi secondo gli exit poll.

L’ex ministro della difesa, Abdelkarim Zbidi, è dato al 9,4%, mentre il premier uscente, Youssef Chahed, non è riuscito a convincere gli elettori, arrivando solamente al 7,5%. Vicino all’ex premier il movimento del giornalista e scritto Safi Said col 7,4%.

Affluenza in calo

Il dato sull’affluenza non è positivo, al 40% in Tunisia ed il 20% all’estero, con un notevole calo rispetto alle elezioni del 2014, quando si raggiunse il 64,6%, ma si era in un periodo vicino alla primavera araba, con la popolazione mobilitata politicamente e quindi si può spiegare così la perdita di 20 punti percentuale in cinque anni.

Con il ballottaggio è ipotizzabile un ulteriore calo dell’affluenza, come accade spesso per la diminuzione dei candidati e quindi dell’offerta di rappresentanza elettorale.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,972FansLike
2,353FollowersFollow
379FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 27 maggio: raddoppiano contagi e morti rispetto a ieri

Nella giornata di oggi i dati sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Trump allo scontro su Twitter per le norme anti-fake news

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è andato allo scontro con Twitter, il popolare social network che lo aveva censurato nella...

Coronavirus, caso positivo nello staff del Bologna: quarantena

La squadra del Bologna dovrà andare in quarantena a causa di un caso sospetto da Covid-19 che è stato rilevato nella giornata...

Recovery Fund da 750 miliardi, 172 all’Italia

La Commissione europea ha presentato la sua proposta per quanto riguarda il Recovery Fund, con un totale di 750 milardi di euro...

Recovery Plan, la proposta di Conte

Il premier Conte ha proposto un Recovery Plan per gli investimenti e lo ha dichiarato al Corriere della Sera ed al Fatto...

Altri articoli