Militare ferito, l’aggressore aveva immagini di guerra sul telefono

Il ragazzo fermato per l'aggressione con le forbici ad un militare di "Strade Sicure" ha spiegato di non far parte dell'Isis

ACQUISTI

Sono state ritrovate delle immagini di guerra sullo smartphone di Mahamad Fathe, il ragazzo di 23 anni che ieri ha ferito un militare davanti la stazione Centrale di Milano, urlando “Allah Akbar” quando è stato fermato dai carabinieri. Il militare è stato ferito due volte con delle forbici al collo, ma non è in pericolo di vita. Il giovane sarebbe stato identificato come irregolare in Italia, mentre il militare dell’Esercito è Matteo Toia. Secondo quanto è stato riportato dalle forze dell’ordine, Mahamad Fathe era stato già segnalato la sera prima perché cercava di colpire con una penna i passanti.

Il ragazzo esclude di far parte dell’Isis

Il giovane yemenita ha riferito al Pm, Luca Gaglio, durante l’interrogatorio, che non farebbe parte di alcun gruppo terroristico: “Non sono un terrorista, sono scappato a causa della guerra”, queste le parole che sono state rese note dalle autorità. Per ora è stato arrestato per lesioni a pubblico ufficiale e non ci sarebbe l’aggravante terroristica.

Sullo smartphone erano state ritrovate delle immagini di guerra, che potevano far pensare ad un coinvolgimento del ragazzo in qualche cellula terroristica. Gli interrogatori andranno avanti nei prossimi giorni.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 16 maggio: oltre 5 mila casi. Calano i morti

I dati di oggi 16 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img