Zingaretti: “Italia ed Europa in Libia per risolvere il problema dei migranti”

Il segretario del PD ha invitato l'Italia e l'Europa ad andare in Libia per risolvere il problema migranti

zingaretti governo migranti renzi

il segretario del PD, Nicola Zingaretti, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Sky TG24, dove ha parlato del Governo Conte, sostenuto dal suo partito e di Renzi, per la scissione che ha portato all’annuncio di Italia Viva. Per Zingaretti, che ieri sui social ha postato una foto con il noto fratello Luca Zingaretti, famoso per Montalbano, l’Italia deve mettersi d’accordo con l’Europa per andare in Libia e risolvere il problema dei migranti. “Porti chiusi è uno slogan da campagna elettorali, l’Europa deve andare in Libia a risolvere il problema”, ha detto il segretario del PD.

Una politica dell’immigrazione su sicurezza ed umanità

Zingaretti ha spiegato che quella dei porti chiusi rimane demagogia e che ora gli Stati europei, come la Francia di Macron, stanno facendo di più per sostenere il Governo italiano sull’accoglienza. In linea con le parole di Conte di oggi rilasciate all’evento Atreju, che ha chiesto un automatismo nella ripartizione dei migranti prima che avvenga lo sbarco.

L’alleanza con il M5S alle regionali non sarà strutturale

Il segretario del PD ha chiarito che quella dell’Umbria non sarà un’alleanza “strutturale” con il Movimento 5 Stelle: “Sugli accordi non c’è nessun automatismo, ogni Regione deciderà le proprie leadership. Un fattore positivo che si stia cercando di dare una risposta al Paese”. In Umbria i due partiti devono ancora decidere il candidato, che potrebbe essere Francesca Di Maolo, presidente di un’associazione per disabili.

“Renzi mi ha inviato un messaggio su Whatsapp”

Sulla scissione il segretario Zingaretti ha affermato che Renzi non lo ha chiamato per avvertirlo della sua decisione: “Mi ha inviato un messaggio su Whatsapp quando la decisione era presa”.