Caso Ucraina, il legale di Trump ha incontrato procuratori di Kiev

L'avvocato del presidente Trump avrebbe contattato dei procuratori ucraini nel 2018, facendo pressioni per l'inchiesta sul figlio di Biden

ACQUISTI

Si evolve la situazione sul caso Ucraina, che ha coinvolto il presidente Trump, con la richiesta di impeachment, che è stato annunciato dalla speaker della Camera, Nancy Pelosi, con nuovi legami tra l’avvocato del presidente, Rudy Giuliani, ed alcuni procuratori ucraini di Kiev. Secondo quanto riportato, gli incontri con i cinque procuratori ucraini sarebbero avvenuti nel 2018, con l’obiettivo di fare pressioni affinché venissero aperte le inchieste sul figlio di Biden, come aveva chiesto esplicitamente Trump nella telefonata resa pubblica.

Joe Biden è probabilmente il candidato che affronterà Donald Trump alle prossime presidenziali 2020 e la richiesta del presidente americano di iniziare un’inchiesta su di lui crea dei problemi a tutta l’amministrazione repubblicana. Rudy Giuliani si è difeso dicendo che il dipartimento di Stato americano incoraggiò i suoi contatti con i procuratori ucraini.

Giuliani: “Ho conservato cinque-sei sms come garanzia”

L’avvocato storico di Trump ha fatto sapere di aver conservato i messaggi sms che ha scambiato con il dipartimento di Stato, che autorizzava tutti i suoi contatti con l’Ucraina.

La vicenda della “talpa”, l’agente Cia al corrente dell’operazione, è simile a quella che nel 1972 coinvolse Nixon nel Watergate, con conseguenti dimissioni del presidente Usa.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 15 giugno: oltre mille casi. Aumentano i morti

I dati di oggi 15 giugno sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img