È morto Giorgio Squinzi, proprietario di Mapei e del Sassuolo

È morto Giorgio Squinzi: aveva 76 anni ed era malato da tempo

ACQUISTI

Si è spento il proprietario del Sassuolo e di Mapei, ex presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, 76 anni, dopo una lunga malattia che lo aveva costretto ricoverato in ospedale, al San Raffaele. Era amministratore e proprietario di Mapei, fondata dal padre nel 1937 e partner chiave del Sassuolo Calcio, anch’esso amministrato da Giorgio Squinzi. Dal 2012 al 2016 è stato presidente di Confindustria, sostituendo Emma Marcegaglia e venendo sostituito dall’attuale presidente Vincenzo Boccia. Molti i messaggi di cordoglio, con il Comune di Sassuolo che ha imposto il lutto cittadino. Messaggi da molti sindaci, da Sala a Fontana, ma anche parole da Gentiloni e Tajani, che ne hanno ricordato la caratura imprenditoriale. Parole di cordoglio anche dal segretario della Cgil, Maurizio Landini, che lo ha definito un “grande imprenditore e uomo del dialogo”.

Il Sassuolo acquistato nel 2002

Era diventato proprietario del Sassuolo nel 2002, preso dalla C2 e portato in Serie A, supportato dallo sponsor di famiglia Mapei, del quale anche lo stadio prende il nome. Il Sassuolo è una dei team della Serie A ad avere uno stadio di proprietà, una cosa poco diffusa in Italia e riuscita a Giorgio Squinzi, finanziandolo tramite Mapei.

Laureato in chimica

Giorgio Squinzi si è laureato in chimica industriale all’Università Statale di Milano nel 1969, mentre nel 2002 ottenne quella ad honorem in ingegneria chimica dal Politecnico di Milano. Fu presidente di Federchimica e vicepresidente di Assolombarda.

SEZIONI

Ultime notizie

Sondaggi politici oggi 13 aprile, il PD sale di un punto. Cala la Lega

I sondaggi politici di oggi 13 aprile sono stati realizzati dall'istituto SWG per il TG La7, mostrano una crescita...