Renzi: “Conte dovrebbe dare la delega ai servizi segreti ad una persona terza”

Renzi ha spiegato la sua posizione sulla questione tra Stati Uniti e servizi segreti italiani

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 6 aprile: 16.523 morti, 132mila contagiati

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha tenuto il consueto punto stampa oggi 6 aprile per...

Bce, piano “PEPP”: acquisto titoli per 30 miliardi in 5 giorni: favorita l’Italia

Iniziato il piano "PEPP" della Banca Centrale Europea, per fronteggiare la crisi da coronavirus che ha colpito...

Coronavirus, anticipazioni Decreto Aprile: garanzie fino a 750 miliardi per i prestiti

Intesa trovata nel Consiglio dei Ministri che si sta tenendo oggi, iniziato questa mattina alle 11, per...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

SEGUICI SUI SOCIAL

1,898FansLike
2,310FollowersFollow
365FollowersFollow

Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, è intervenuto a Mezz’ora in Più su Rai Tre, dove ha parlato principalmente del presunto scandalo tra Stati Uniti e servizi segreti italiani.

“Io non ho rapporti con la Link Campus, è l’Università dove insegna D’Alema, dove insegnava l’ex ministro Trenta, se si vuole fare chiarezza il Presidente del Consiglio vada al Copasir e spieghi perché il ministro della Giustizia americano è venuto in Italia per discutere con il capo dei servizi segreti”, queste le parole di Renzi.

“Io ho chiesto un risarcimento civile per chi mi ha tirato in ballo su presunti illeciti con Obama. Non c’è alcun complotto di Trump ai danni di Obama.”, ha spiegato Renzi sulla storia tra Stati Uniti e servizi segreti. “Il complotto a Salvini lo ha fatto il mojito non lo Stato, si è auto-escluso”, ha detto sul leader della Lega.

Sulle parole di Orlando che ha associato Papeete e Leopolda

“Alla Leopolda non ci sono mojiti o cubiste e nemmeno le penali che il PD vorrebbe mettere a chi esce dopo le elezioni. Il PD vuole fare passare il messaggio che Renzi e Salvini sono la stessa cosa. Negli ultimi anni hanno fatto la guerra a me e non a Salvini, si sta ripetendo questa cosa. Io combatto contro Matteo Salvini, ma quando sento quelli del mio ex partito mettere sullo stesso piano Renzi e Salvini mi sembra che non abbia capito la differenza”, ha sottolineato Renzi anche sulle motivazioni che lo ha portato fuori dal PD.

“È chiaro che per me Salvini è l’avversario, mentre per Orlando l’avversario sono io. Io non voglio le tasse, non voglio destabilizzare il governo”, ha detto Renzi, rispondendo ad una domanda di Lucia Annunziata rispetto alle polemiche sull’esecutivo Conte.

Gli obiettivi di Italia Viva

“Mi trovo d’incanto nei piccoli, quando parte l’operazione ‘machiavellica’, di palazzo, il blitz contro Salvini, noi facciamo una scommessa: diventare l’alternativa a Salvini. Io penso ci sia uno spazio, tutti insieme, per andare a dire che non si può fare la battaglia all’Europa, non si può avere l’Ungheria come alleato. Io su questi temi vorrei fare un partito nuovo, dove ci sia il verde ed il rosa, per l’ambiente e per la presenza femminile”, queste le parole di Renzi sul suo nuovo partito.

“Non possiamo accettare l’idea di protezionismo di Salvini. La battaglia sull’Iva è quella di non alzare le tasse”, ha sottolineato il leader di Italia Viva.

Il Family Act nel 2021: 240 euro al mese per ogni figlio

“Se il PD ritiene che il cuneo fiscale sia fondamentale, noi diamo il via libera a questa proposta, unica condizione che non aumenti l’Iva. Il Family Act si può iniziare a mettere nel 2020 e consolidare nel 2021 con i miliardi necessari”, ha detto Renzi sul Family Act, proposto nei giorni scorsi dalla ministra Elena Bonetti e che a regime costerà 6-7 miliardi, per pagare un assegno mensile ad ogni figlio di 240 euro dalla nascita al 18esimo anno.

“In politica va di moda il populismo, dove va di moda descrivere il politico a seconda della simpatia. Per chi fa politica la differenza la fanno i risultati, sulla Legge di Bilancio bisogna parlare di contenuti. Non aumenteremo l’Iva dopo aver promesso di non aumentarla”, sulla questione del deficit nella Legge di Bilancio.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,898FansLike
2,310FollowersFollow
365FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 6 aprile: 16.523 morti, 132mila contagiati

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha tenuto il consueto punto stampa oggi 6 aprile per...

Bce, piano “PEPP”: acquisto titoli per 30 miliardi in 5 giorni: favorita l’Italia

Iniziato il piano "PEPP" della Banca Centrale Europea, per fronteggiare la crisi da coronavirus che ha colpito tutta l'Europa, con 30,2 miliardi...

Coronavirus, anticipazioni Decreto Aprile: garanzie fino a 750 miliardi per i prestiti

Intesa trovata nel Consiglio dei Ministri che si sta tenendo oggi, iniziato questa mattina alle 11, per aumentare gli aiuti alle imprese,...

Boris Johnson twitta dall’ospedale: “Sto bene, esami di routine”

Dopo la notizia di questa mattina, che annunciava il ricovero in ospedale del primo ministro britannico, Boris Johnson, sono iniziate a circolare...

Accordo Poste-Carabinieri: la pensione delle persone in difficoltà sarà portata dai militari

Accordo tra Poste Italiane e Carabinieri per la consegna della pensione ai cittadini in difficoltà, per quanto riguarda il mese prossimo, che...
realizzazione siti web economici wolfseo

Altri articoli