Turchia pronta all’invasione del Nord della Siria, conferme dagli Usa

La Turchia sta per invadere il nord della Siria, con possibili scontri con le milizie curde

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 26 maggio: tornano ad aumentare i contagi

I dati sul coronavirus di oggi 26 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Fitch taglia il PIL dell’Italia: -9,5% nel 2020

Quello dell'Italia si ridurrà del 9,5%, una stima più negativa rispetto all'8% stimato in precedenza. Per quanto...

Sondaggi politici oggi 26 maggio: Azione supera Italia Viva

Secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi 26 maggio, realizzati dall'istituto SWG per il TG La7, il...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

La Turchia sarebbe pronta ad invadere il Nord della Siria, con una telefonata tra il presidente americanno Trump e quello turco Erdogan per ufficializzare l’operazione. Le truppe americane dovrebbero lasciare il confine tra Turchia e Siria, per dare spazio alle truppe di Ankara di invadere il Nord della Siria. Sono parole ufficiali della Casa Bianca, che ha pubblicato una nota nella quale spiega le ragioni del ripiegamento delle truppe americane in Siria: “L’esercito americano non sarà coinvolto nell’operazione della Turchia e non resteranno nel territorio di confine”. Non sono stati resi noti i dettagli dell’operazione militare turca, che potrebbe partire nelle prossime ore. La notizia è stata confermata dalla Associated Press, che ha citato fonti di Washington sull’operazione militare turca.

La Turchia aveva espresso la sua non soddisfazione nella giornata di martedì, quando il capo di Stato aveva affermato che la pazienza con gli americani si stava esaurendo, per la sua poca collaborazione al confine con la Siria. Era stata minacciata anche un’operazione militare, che ora sembra più concreta e vicina alla partenza.

“Dovremo continuare per la nostra strada”, queste le parole di Erdogan durante un discorso televisivo. Ci potrebbero essere degli scontri con le milizie curde di Unità di Protezione Popolare (Ypg), che erano state sostenute e finanziate dagli Stati Uniti nella lotta all’Isis. Il Governo turco, però, li considera terroristi e per ora verrà creata una zona cuscinetto tra il confine e l’insediamento delle truppe curde.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,972FansLike
2,357FollowersFollow
379FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 26 maggio: tornano ad aumentare i contagi

I dati sul coronavirus di oggi 26 maggio sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Fitch taglia il PIL dell’Italia: -9,5% nel 2020

Quello dell'Italia si ridurrà del 9,5%, una stima più negativa rispetto all'8% stimato in precedenza. Per quanto riguarda l'Unione Europea, il calo...

Sondaggi politici oggi 26 maggio: Azione supera Italia Viva

Secondo gli ultimi sondaggi politici di oggi 26 maggio, realizzati dall'istituto SWG per il TG La7, il partito di Carlo Calenda ha...

Elezioni, il governo conferma l’idea del 20 settembre

Il Governo ha confermato la volontà di effettuare un "Election Day" a settembre, come anticipato nei giorni scorsi, che vada a comprendere...

Scuola, il comitato scientifico boccia la proposta del ritorno a scuola per l’ultimo giorno

Il comitato scientifico ha bocciato la proposta che era arrivata nei giorni scorsi sul far andare a scuola per l'ultimo giorno i...

Altri articoli