Mafia, respinta la richiesta del boss Giovanni Brusca: rimane in carcere

Respinto il ricorso di Giovanni Brusca dalla Corte di Cassazione

Da leggere

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Acquisti

Le migliori Cuffie In-Ear con Cavo del 2020, guida all’acquisto

Uno dei segmenti di cuffie più ambiti e ricercati è quello "in-ear", che al suo interno ha...

Samsung Galaxy S20 e Note 20 Ultra 5G, smartphone top di gamma con fotocamera da 108MP

Oggi è stato ufficializzato il nuovo Samsung Galaxy S20 Ultra, che aggiunge nuove funzionalità al già presente...

Miglior climatizzatore senza unità esterna 2020, prezzi e confronto dei modelli

Con l'arrivo dell'estate sono iniziati gli acquisti dei climatizzatori, con un boom delle vendite per quelli senza...

La Cassazione ha respinto la richiesta di arresti domiciliari per Giovanni Brusca, che aveva scatenato le polemiche per il suo passato da killer e boss di mafia, prendendo parte alla strage di Capaci ed altri omicidi legati anche a pentiti di mafia. Brusca continuerà a scontare la pena nel carcere di Rebibbia, senza la possibilità di ulteriori benefici. L’ex boss di mafia e successivamente collaboratore di giustizia aveva dato mandato ai suoi avvocati di chiedere gli arresti domiciliari, una richiesta che era stata avallata anche dalla Procura antimafia, la quale aveva dato parere positivo. “Si è ravveduto”, queste le parole della Procura antimafia che avevano generato polemiche nell’opinione pubblica ed anche in Maria Falcone, che ricorda ancora la strage di Capaci e del giudice Giovanni Falcone e per questo trovava inconcepibile dare dei benefici all’ex boss.

Con la sentenza della Cassazione cessano le polemiche, con Giovanni Brusca che dovrà terminare la sua pena in carcere, dopo 23 anni già scontati e l’ergastolo evitato proprio grazie alla sua collaborazione con la giustizia. I suoi legali avevano impugnato la decisione del tribunale di sorveglianza, che lo scorso 12 marzo aveva respinto la richiesta di arresti domiciliari, da scontare in una località protetta. Giovanni Brusca potrebbe uscire già nel 2021, sfruttando dei benefici penitenziari che gli permetteranno di anticipare di un anno la sua uscita dal carcere. Le motivazioni della Corte di Cassazione saranno pubblicate tra circa un mese.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,555FansLike
2,360FollowersFollow
394FollowersFollow

Ultime notizie

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto il bonus da 600 euro,...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è...

Bonus 600 euro, Garante: “Inps fornisca i nomi, privacy dei politici più debole”

Il Garante della Privacy si è espresso in merito alla pubblicazione dei dati dei parlamentari che avrebbero ottenuto il bonus da 600...

Altri articoli