Impeachment, Trump non collaborerà con la Camera: “Illegittimo”

Il presidente Trump non testimonierà davanti alle commissioni della Camera sul caso Ucrainagate

ACQUISTI

La Casa Bianca ha reso noto che il presidente Donald Trump non coopererà con la Camera per quanto riguarda l’indagine dell’impeachment legata al caso Ucraina, perché la considera illegittima. Secondo quanto riportato dalla Cnn, il presidente collaborerà solamente dopo la votazione della Camera a riguardo, come ha spiegato la Casa Bianca alla speaker Nancy Pelosi, con un documento di otto pagine inviato nelle ultime ore. L’accusa di Trump è quella di aver avviato l’indagine e la procedura di impeachment per capovolgere le elezioni del 2016: “Vogliono privare gli americani del candidato da loro scelto”.

Sulla stessa linea di Trump il suo avvocato, Rudy Giuliani, anche lui eviterà di collaborare con la Camera sulla procedura di impeachment. Giuliani era stato il “mediatore” con i contatti in Ucraina per la richiesta di indagini a carico del figlio di Joe Biden, possibile sfidante di Trump alle prossime elezioni presidenziali del 2020. Viene considerato dalla Camera una figura chiave nel caso “Ucrainagate”, ma alla Casa Bianca hanno già fatto sapere che nessuno dell’amministrazione Trump apparirà davanti le commissioni che stanno portando avanti le indagini.

Ora le commissioni, tramite i loro tre presidenti, potrebbero chiamare a testimoniare l’ambasciatore americano dell’Unione Europea, Gordon Sondland, nonostante il suo avvocato abbia fatto sapere che non si sarebbe presentato a testimoniare davanti al Congresso, visto che il dipartimento di Stato ha bloccato la sua deposizione.

Il caso Ucrainagate

Nelle scorse settimane una “talpa” degli 007 americani aveva fatto uscire la notizia di una telefonata tra il presidente Trump ed il presidente ucraino Zelensky, nella quale il primo avrebbe fatto pressioni per far riaprire un’indagine sul figlio di Joe Biden, che opera in Ucraina con un’associazione non governativa in merito all’energia. Successivamente l’amministrazione Trump è stata costretta a pubblicare la trascrizione della telefonata, nella quale è emerso che effettivamente la richiesta di indagine è stata fatta, anche se non era evidente la pressione sul presidente Zelensky.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Xiaomi Mi 11 Lite in offerta su Amazon: prezzo abbassato del 20%

Nelle ultime ore è stato messo in offerta lampo su Amazon lo smartphone Xiaomi Mi 11 Lite, con uno...
spot_img