Premio Nobel per la Chimica a Goodenough, Whittingham e Yoshino

Assegnato il Premio Nobel per la Chimica in base all'invezione delle batterie al litio

Da leggere

Regno Unito, oggi il voto: conservatori in vantaggio

Oggi si vota in Regno Unito per le elezioni generali, che dovranno trovare una soluzione alla Brexit,...

ArcelorMittal, 3.500 esuberi dopo chiusura Altoforno 2

Dopo la decisione dalla Procura di Taranto di porre a chiusura l'Altoforno 2, l'azienda ArcelorMittal ha comunicato...

Conte: “Dal Mes nulla da temere”

Il premier ha tenuto un discorso alla Camera sulla situazione del Mes, che da settimane è al...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

Oggi è stato assegnato il Premio Nobel per la Chimica, agli scienziati John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino per le loro ricerche nell’ambito delle batterie agli ioni di litio, quelle che si utilizzano nei cellulari e nei portatili, oltre che nei veicoli elettrici. Questi tre scienziati hanno reso possibile l’accumulo di energia, permettendo lo sviluppo sostenibile alternativo ai combustibili fossili. Goodenough ha 97 anni, nato in Germania e da oltre 60 anni lavora negli Stati Uniti come professore universitario, mentre Whittingham ha 78 anni e ha lavorato per l’Università di Oxford e quella di New York. Yoshino è nato in Giappone ed ha lavorato nell’Università di Osaka.

“Hanno reso possibile un mondo ricaricabile”, questo l’omaggio dell’Accademia nell’assegnare il Premio Nobel per la Chimica, sottolineando il beneficio che è stato portato per tutta la comunità: “Questo modo di immagazzinare energia è veloce e leggero, permette l’utilizzo delle energie solari ed eoliche”.

Hanno iniziato a lavorare in questo ambito dopo la crisi del petrolio degli anni Settanta negli Stati Uniti, con il primo prototipo di batteria al litio che è stato realizzato da Whittingham, mentre Goodenough è riuscito a renderla più capiente e potente. Il lavoro del giapponese Yoshino l’ha resa sicura ed utilizzabile in luoghi pubblici.

Loading...

SEGUICI SUI SOCIAL

1,699FansLike
1,705FollowersFollow
305FollowersFollow

Ultime notizie

Regno Unito, oggi il voto: conservatori in vantaggio

Oggi si vota in Regno Unito per le elezioni generali, che dovranno trovare una soluzione alla Brexit,...

ArcelorMittal, 3.500 esuberi dopo chiusura Altoforno 2

Dopo la decisione dalla Procura di Taranto di porre a chiusura l'Altoforno 2, l'azienda ArcelorMittal ha comunicato la cassa integrazione per 3.500...

Conte: “Dal Mes nulla da temere”

Il premier ha tenuto un discorso alla Camera sulla situazione del Mes, che da settimane è al centro delle discussioni tra maggioranza...

Impeachment Trump, due capi di accusa

La procedura di impeachment per Donald Trump è in fase di avanzamento, con la pubblicazione dei due capi di accusa formulati dai...

Repubblica Ceca, uomo armato fa irruzione in ospedale: sei morti

Un uomo armato ha fatto irruzione in una struttura ospedaliera in Repubblica Ceca, nel complesso universitario di Ostrava, nella zona settentrionale del...

Altri articoli