Sentenza Manuel Bortuzzo, condanna a 16 anni agli aggressori

Gli aggressori di Manuel Bortuzzo condannati a 16 anni ciascuno

sentenza bortuzzo condanna 16 anni aggressori

Sono stati condannati a 16 anni Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, entrambi accusati di tentato omicidio di Manuel Bortuzzo e della sua fidanzata Martina Rossi. Il processo si è svolto con rito abbreviato, il quale prevede uno sconto di un terzo della pena: entrambi sono stati condannati anche al pagamento di 300mila euro di risarcimento danni. Manuel Bortuzzo era rimasto paralizzato dopo aver ricevuto i colpi dagli aggressori, che per il giudice hanno agito in maniera premeditata. La Procura aveva chiesto una condanna a 20 anni per i due ragazzi, con accusa di tentato duplice omicidio aggravato dai futili motivi, oltre alla rissa e detenzione illegale di arma da fuoco. Il giudice non ha riconosciuto l’aggravante dei futili motivi e per questo alla fine c’è stato uno sconto di pena di quattro anni rispetto alle richieste dei Pm.

Il caso Manuel Bortuzzo

Lo scorso 3 febbraio erano stati esplosi dei colpi d’arma da fuoco a piazza Eschilo, nel quartiere Axa a Roma, una zona periferica della Capitale. Bortuzzo venne preso alla schiena, un colpo che porterà poi alla paralisi, mentre la sua ragazza non aveva ricevuto gravi lesioni. I legali della famiglia avevano chiesto dieci milioni di euro di risarcimento.

Nonostante la paralisi Manuel Bortuzzo ha proseguito la sua carriera come nuotatore, continuando gli allenamenti e con il sogno delle Paraolimpiadi. Negli ultimi mesi ha preso parte a molti eventi pubblici, compresa una sfilata di Armani a Milano, insieme ad altri personaggi dello sport.